Benvenuti nel sito dell'Accademia di Belle Arti di Roma
Vai direttamente ai contenuti della pagina
 
Sei in Home : Didattica : Docenti : Elenco Docenti : Modica

Prof. Modica Giuseppe - Docente di prima fascia

foto
Comunicazioni studenti

Comunico agli studenti che hanno fatto il bozzetto per il "Ventaglio per il Presidente della Repubblica" di consegnarlo personalmente a me entro il 19 aprile 2011 previo contatto telefonico al num. 06 77072354

Insegnamento: Pittura

Curriculum

Nasce a Mazara del Vallo nel 1953.
Compie gli studi all'Accademia di Belle Arti di Firenze. Nel 1989 vince la cattedra di pittura. Viene alla ribalta sino dagli anni Ottanta con mostre personali in prestigiose gallerie di Firenze, Palermo, Roma, Milano, Torino, Genova, Brescia, Brindisi, Trieste, Messina, Bologna, ecc, sostenuto da critici e letterati quali P. C. Santini, D. Micacchi, B. Caruso, E. Bilardello, L. Sciascia, R. Civello, V. Sgarbi, G. Soavi, A. Tabucchi, F. De Santi.
Dagli anni Novanta è invitato con mostre antologiche nei Musei di Aosta - Tour Fromage; Ferrara - Palazzo dei Diamanti; Treviso - Casa dei Carraresi; Scicli - Palazzo Spadaio; Mazara del Vallo - Palazzo del Seminario(2002), Roma - Complesso del Vittoriano e Arezzo - Galleria Comunale(2004) con scritti di M. Fagiolo dell'Arco, C. Vivaldi, G. Giuffrè, M. Onofri, M. Goldin, M. Di Capua, M. T. Benedetti, C. Strinati, P. Nifosì, G. Faccenda.

Fra le rassegne più significative: VI Triennale dell'Incisione 1990; XIII Quadriennale d'arte di Roma 1999; VIII Biennale Internazionale d'Arte Contemporanea Il Cairo 2001.
Significative le presenze all'estero in gallerie e musei: Basilea, Parigi, Colonia, Utrecht, Il Cairo, Alessandria, Minsk, Mosca, Barcellona, Londra.

Programma didattico

Programma del Corso di pittura Triennale e Biennale

È condizione necessaria che gli studenti che intraprendono il corso di studi di pittura presso l'Accademia di Belle Arti abbiano profonde convinzioni e motivazioni (quasi una vocazione) e già una preparazione tecnico-culturale di base, entrambi elementi senza i quali un percorso formativo così arduo e complesso è difficile da intraprendere.
Questo corso di pittura indaga la conflittualità inestricabile della pittura contemporanea rispetto al concetto di realtà, di rappresentazione e della sua trasposizione su un piano "altro": immaginario e visionario.
È assodato che ogni linguaggio pittorico di tipo figurativo, genericamente iconico o che abbia a che vedere con l'evocazione di elementi della realtà sensibile, contiene contemporaneamente, in modo inscindibile, aspetti strutturali che trascendono la mera obbedienza ad un'oggettività naturalistica a favore di esigenze formali funzionali all'espressività. Questo corso ha una particolare attenzione verso quei linguaggi che muovendo dall'esperienza sensibile del mondo e dalla concretezza delle cose e dell'esistenza, spaziano verso un oltre ineffabile dove recitano un ruolo primario la luce, il tempo, la memoria. C'è la convinzione che l'opera pittorica sia la configurazione lenta e sedimentata di un pensiero visivo di ordine concettuale-esistenziale, che investe la sfera della realtà, della memoria, dell'immaginazione.
Nei primi tre anni del corso gli studenti dovranno dare prova di concreta conoscenza della storia dell'arte fino ai nostri giorni e di essere in grado di entrare in sintonia con essa, mettendo alla prova le proprie capacitò tecnico-culturali, per approfondirle e perfezionarle.
Oggetto d'interesse è la rappresentazione dello spazio reale ed immaginario, con conseguente interpretazione e reinvenzione.
È finalità del corso predisporre gli allievi a saper "vedere" al fine di individuare una propria "angolazione dello sguardo" in sintonia col proprio essere e sentire.
Nel biennio di specializzazione, è necessario un ulteriore approfondimento di questi argomenti, al fine di consentire una presa di coscienza sedimentata per il raggiungimento, da parte degli allievi, di una precisa fisionomia espressiva, di un'autonomia di pensiero e di una coscienza critica, con la chiara consapevolezza del proprio ruolo operativo nell'ambito della ricerca artistica contemporanea.


Email:  g.modica@accademiabelleartiroma.it